Panico nei cieli di Lecce: precipita un ultraleggero, due feriti gravissimi

LECCE- Una mattinata di vero panico nei cieli della città: prima di mezzogiorno, un aereo ultraleggero è precipitato in una campagna poco distante dall’aeroporto di Lecce-Lepore, lungo la strada di San Cataldo.
Il bilancio è di due feriti gravissimi, trasportati in codice rosso al Vito Fazzi di Lecce. Uno di loro, M.B., 46enne nato a Brindisi, è in coma, a causa di un trauma cranico-facciale piuttosto importante. Ha riportato anche fratture alle gambe. Il secondo uomo, O.A., 71 anni, nato a Roma, ha riportato lesioni al torace, la frattura esposta alla gamba sinistra e anche lui un trauma cranico-facciale. Le sue condizioni, comunque gravi, sono meno difficili rispetto a quelle del compagno di viaggio. Il velivolo biposto era partito dal Fondone poco dopo le 11. Poi, qualcosa è andato storto. Giunto all’altezza dell’aeroporto prossimo alle Cesine, è precipitato al suolo, fortunatamente in un campo aperto.

Forte la scena che i soccorritori si sono trovati di fronte: l’ultraleggero apertosi in due parti, frammenti ovunque e, appunto, i due feriti che i vigili del fuoco hanno dovuto estrarre dalle lamiere.Sul posto tre ambulanze del 118, polizia e carabinieri, che ora stanno tentando di ricostruire la dinamica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*