Sei ufficiali pronti al decollo. Il Sottosegretario alla Difesa: “base militare d’eccellenza”

GALATINA-Sul petto di 6 giovani ufficiali, qui al 61°stormo dell’aereoporto militare di Galatina, è stata appuntata l’aquila turrita, simbolo del pilota militare. A riceverla un ufficiale della Kuwait Air Force e 5 dell’Accademia Aeronautica italiana. Ad appuntarla personalmente il Sottosegretario di Stato alla Difesa l’Onorevole Domenico Rossi.

Proprio sull’F35 il sottosegretario fa infatti sapere che il Governo sta procedendo a passo spedito, dunque i nostri militari opereranno insieme con quelli della forza aerea norvegese in laboratori e uffici i cui organici saranno per il 50 per cento coperti da personale militare americano.

I primi due cacciabombardieri lo scorso 8 novembre sono atterrati alla base militare di Amendola (Foggia) , la prima coppia dei sei aerei al momento acquistati dal governo italiano. I mezzi di quinta generazione, definiti anche “le armi più costose della storia” per le quali lo Stato dovrebbe spendere almeno 12,2 miliardi entro il 2047, in Puglia ci sono già. Per ciò che riguarda nello specifico il territorio salentino nessuna criticità particolare, ma qui a Galatina si continua a viaggiare direzione alta tecnologia svolgendo un ruolo di primo piano nell’addestramento al volo militare anche in campo internazionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*