“Emigranti”, l’appello su tela all’accoglienza

randstad 2

LECCE-L‘azzurro, il rosa, il grigio ghiaccio: pennellate morbide e tortuose che fondono i colori in un’unico grande abbraccio. Le sfumature dell’umanità raccontate su 10 tele, quelle realizzate dall’artista salentino Luigi Di Mitri, raccontano storie semplici che diventano per l’autore l’occasione per lanciare un appello universale: l’emigrazione non è un tema lontano- dice- è un filo conduttore che accomuna l’umanità intera.

Un tema scottante, a lenire le ferite deve pensarci la solidarietà, quella che non dovrebbe conoscere steccati di nessun genere. La perdita di ogni punto di riferimento, la disperazione, il recupero dei corpi in mare privati persino della propria identità: stralci di realtà attualissimi che con un pennello trovano libero sfogo e irrompono in un tranquillo pomeriggio leccese per regalare attimi preziosi di riflessione accompagnati dalla piacevolezza dell’arte.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*