Lecce2017, Gabellone: subito il tavolo per esaminare le ipotesi di candidatura e Mazzotta lo fissa per il 10

LECCE- La linea di Forza Italia potrebbe esser doppia o tripla ma comunque la visione diversa potrebbe non essere spaccatura. In prima fila Vitali, De Benedetto e Nitto pronti al nome di Messuti se capace di unire tutta la coalizione; poi la posizione del segretario Mazzotta più propenso a valutare la rosa di nomi ma con una simpatia verso le scelte di Perrone, Congedo ha avviato ufficiosamente gli incontri con consiglieri comunali ed esponenti del centrodestra; la discontinuità richiesta da Paolo Pagliaro avallante la possibilità di nomi forti del partito ma anche, e principalmente, cercare una sintonia con gli alleati per individuare un nome forte esterno ai confini dei partiti ed in ultimo il gruppo consiliare di Palazzo Carafa sempre indignato per il fatto che il segretario regionale avesse posto i loro nomi in secondo piano rispetto alla lista Perrone.

Si la lista che ha fatto scoppiare il finimondo anche successivamente alle battute del Sindaco sul suo:” è inverosimile che Delli Noci e Messuti possano esser interessati ad avalli elettorali di altre parti politiche “. ” L’invernosimile” da parte di Perrone e non la negazione assoluta sulla ipotesi di inciucio dei due con gli avversari, rispetto alla risposta che i due si aspettavano, ha fatto il resto e, nel paradosso, gli azzurri indicano proprio uno dei due come più gradito facendo saltare i nervi al primo cittadino dichiaratamente pro Congedo. Intanto il segretario provinciale Gabellone rompe il silenzio, sollecitato dal direttore Vernaleone gli invia un sms: caro Direttore non potendo intervenire in diretta esprimo il mio pensiero rispetto alle ultime sulle amministrative 2017 a Lecce: credo sia ormai necessario riconvocare il tavolo delle forze politiche del centrodestra aggiornandolo come da intese nell’ultimo incontro, per esaminare proposte programmatiche, ipotesi di candidature alla carica di sindaco a cui ogni componente presente potrà dare il proprio contributo. A presto Antonio Gabellone.

Malumori ed indecisione regnano comunque sovrani. I cinque nomi sussurrano ovunque un interrogativo: perché i leader non dicono la loro !? Alcuni “Martiani”, i più vicini appunto al deputato fittiano pensano probabilmente, avendo sentito lo stesso Roberto Marti, che sia giunta l’ora per capire se la lista dei nomi indicati dell’uscente Sindaco, sara ufficializzata, integrata o annullata dal braccio politico del partito. Ad ogni buon conto Congedo come detto va avanti appoggiato da Perrone, Messuti gongola con l’avallo dell’ex eurodeputato Raffaele Baldassarre fittiano critico, Delli Noci ipotizza le Primarie delle Idee, che non sono le primarie dei nomi, e Monosi continua il lavoro per una candidatura che riteneva certa, dopo la battaglia chiestagli dal Sindaco di Lecce per eleggere il Consigliere regionale Saverio Congedo.

Al silenzio rotto su Telerama dal Presidente Gabellone, subito il tavolo alla luce degli eventi, il segretario di Forza Italia risponde sempre ai nostri microfoni: tavolo il 10 Novembre. Ed arriva il sì, sempre via sms, anche da parte di Gabellone.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*