Lecce2017, Vitali vuole Messuti? Ripa:non essendo Maradona ci spieghi perché e F.I. convoca Vitali

LECCE- Dirigenti nazionali e regionali, gruppo consiliare e federazione leccese di Forza Italia in un summit con Vitali per comprendere le ragioni per cui gli amministratori azzurri a Palazzo Carafa non sarebbero paragonabili ai nomi dei Cor oltre a voler capire il perché dell’ipotesi di confluenza su Messuti. Dopo le fratture interne nei Conservatori e Riformisti, vedi duello a distanza tra Perrone e Marti e non ultimi proprio il vice sindaco e l’assessore Delli Noci sulle dichiarazioni di Perrone, i fittiani tentano di godersi lo spettacolo della frattura azzurra tra il coordinamento regionale e la sede leccese. Se Gabellone per ora non risponde alle chiamate della stampa, il Sindaco ha già fatto del suo, Fitto è fuori e per ora non mette lingua, l’altro candidato della lista Cor risulta insofferente. Per Monosi è irreale che si debba discutere di cinque nomi non essendo stati pronunciati ufficialmente dal segretario provinciale in occasione dell’ultimo tavolo della coalizione. Dei cinque, continua Monosi, solo io e Messuti abbiamo ufficialmente valutato la possibilità di correre mentre altri hanno sempre evidenziato di non aver ricevuto alcuna richiesta.

Ma se fino a ieri l’ arcipelago fittiano era in agitazione, ora è appunto la volta dei berlusconiani. Per questi, ma principalmente per i sei consiglieri comunali azzurri, parla il capo gruppo di forza Italia a Palazzo Carafa. Per Giuseppe Ripa “occorre il rispetto delle idee di tutti ma pretendiamo rispetto. A nome del gruppo esprimo dispiacere nel constatare che si ritenga che noi non si abbia capacità amministrative e personalità degne di importanti candidature al pari degli altri partiti della maggioranza.” Il capogruppo azzurro rincara la dose sull’ipotesi candidatura condivisa da forza Italia rispetto al nome del vice sindaco Messuti. “Siccome non siamo un partito bolscevico e non si sta proponendo per Sindaco della coalizione, Diego Maradona, Vitali venga nelle sedi preposte, partito e gruppo consiliare, ed illustri le ragioni della scelta”. Senza mezzi termini Giuseppe Ripa, nelle prossime ore si capirà di più ma il segretario regionale sembrerebbe non aver apprezzato la levata di scudi della federazione leccese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*