68 famiglie senz’acqua, Rotundo: tagli indiscriminati, si rispetti la legge

doc cantina salice

LECCE- E’ stata ripristinata all’ora di pranzo l’erogazione del servizio idrico nelle palazzine popolari di Via Siracusa, a Lecce. La svolta dopo un accordo con l’amministratore di condominio e la sottoscrizione di un piano di rientro.
“Un taglio che colpisce in modo indiscriminato chi paga e chi è moroso”, aveva denunciato il presidente della commissione controllo a Palazzo Carafa, Antonio Rotundo. La storia è sempre la stessa: non tutte le famiglie versano regolarmente la propria quota parte di bolletta. Per contro, però, l’AQP taglia l’acqua a tutti.

“La colpa è dell’Arca Sud, che dovrebbe farsi carico delle quote inevase degli inquilini morosi”, dicono dal Comune. Così è stato fatto fino al 2012, ma dal 2013 l’ente ha deciso di cambiare passo. Con il piano di rientro accordato, chi ha sempre pagato le bollette si caricherà anche l’onere di pagare per chi non lo ha mai fatto e per i locali sfitti del pian terreno, per un totale di 34mila euro in 18 mesi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*