Radioterapia, il dottore Santantonio va in pensione

LECCE- Il 31 ottobre il dottore Santantonio va in pensione. Il professionista salentino era approdato al Fazzi nel 2006, a seguito di un concorso bandito dall’allora direttore generale Gianluigi Trianni. Santantonio ha rivoluzionato la radioterapia dell’azienda sanitaria leccese. Nel 2006, i due acceleratori lineari in dotazione, il Primus e il Precise, irradiavano 500-600 pazienti all’anno. Quando il territorio della provincia di Lecce ne richiedeva almeno 2000-2200. Già nel 2008 Santantonio aveva portato la Radioterapia del Fazzi a quota 841 pazienti/anno.Fu a questo punto che Santantonio chiese e ottenne un’integrazione del personale e mise a punto un migliore utilizzo delle apparecchiature. Nel 2013 una delibera introdusse la “Lista unica” che consentì al Fazzi di irradiare 1.100 pazienti all’anno. Oggi la Radioterapia del Fazzi ha grandi potenzialità, grazie all’innovativo acceleratore Versa di ultima generazione. I pazienti non hanno liste di attesa. Anzi, al Fazzi arrivano pazienti dalle Asl di Brindisi e Taranto dove l’attesa è di circa 3 mesi. Santantonio si augura che la crescita del suo reparto non si blocchi dopo la sua partenza e che la Asl faccia al più presto un bando per fare arrivare a Lecce uno tra i migliori radioterapista che continui la sua opera.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*