Lecce, Vitofrancesco: “Per vincere i campionati bisogna superare anche le squadre come il Melfi”

Ottica Salomi

LECCE- Due dei quattro gol realizzati dal Lecce contro l’Akragas nascono dai piedi di Vitofrancesco. Il pareggio dei giallorossi firmato in rovesciata da Torromino nasce da un cross del laterale destro. L’ex Alessandria ha crossato dalla linea di fondo, un pallone gestito male dalla retroguardia agrigentina punita dal gol eccezionale di Torromino. Sempre Vitofrancesco ha propiziato la rete di Caturano: il suo destro è stato respinto male dal portiere ospite, il resto l’ha fatto Caturano. Vitofrancesco al posto giusto al momento giusto, ma i suoi non sono movimenti casuali.
I numeri delle prime due giornate mettono in risalto la sintonia e l’esplosività di Caturano e Torromino, già tre gol a testa, in un attacco primo del girone con 6 gol all’attivo. Del tridente offensivo mancano all’appello Doumbia, che ha giocato solo scampoli delle due partite, e Pacilli, titolare in entrambe le sfide.

Davvero un esordio col botto per lui per la squadra di fonte ad una cornice di pubblico che neanche in alcuni stadi di serie A. I primi 180′ di campionato hanno posto subito alla ribalta due formazioni, Lecce e Foggia, che reciteranno un ruolo di primo piano. Segnali positivi arrivano soprattutto dal Lecce rinnovato profondamente mentre il nuovo tecnico del Foggia Stroppa ha potuto ricamare sulla tela di De Zerbi. Per il momento Vitofrancesco, foggiano doc, non si è pentito della scelta fatta.

Intanto la squadra giallorossa prepara la sfida di domenica prossima sul campo del Melfi, un campo che nella passata stagione fece soffrire non poco la formazione leccese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*