Estimi: vittoria dei consumatori. Prime sentenze rigettano appello agenzia del territorio

LECCE- La definiscono la “Saga degli estimi” e oggi esultano per i primi pronunciamenti favorevoli della Commissione Tributaria Regionale che ha rigettato l’appello proposto dall’Agenzia del Territorio in relazione agli innumerevoli accertamenti sul classasmento degli immobili effettuiati su richiesta di Palazzo Carafa.
A parlare è il Codacons di Lecce, per voce della responsabile, l’avvocato Luisa Carpentieri, che esulta per il contenuto della sentenza della Sezione 23 dell’organismo regionale che conferma le decisioni della Commissione Tributaria Provinciale. Una Sentenza esemplare – afferma – ha dato ragione ai contribuenti ed all’azione delle associazioni dei consumatori cittadine che, unite, hanno ottenuto una grande vittoria. L’ennesima.

Il pronunciamento conferma – prosegue Carpentieri – l’assoluta bontà dell’azione delle associazioni dei consumatori e del Codacons che decisero, con uno sforzo organizzativo e professionale immane, di impugnare, nei brevissimi termini previsti, gli innumerevoli accertamenti emessi dall’Agenzia del Territorio su richiesta del Comune di Lecce.

L’auspicio che oggi si fa e che il Codacons in particolare si fa è che l’Agenzia delle Entrate decida di porre fine alla telenovela, che è costata alle casse pubbliche e private di questa città centinaia di migliaia di euro, annullando d’ufficio tutti gli accertamenti compiuti con riferimento al classamento degli immobili.La decisione della Commissione Tributaria Regionale, infatti, conferma l’opportunità della decisione delle associazioni dei consumatori e dei proprietari di unire le forze per contrastare giudizialmente gli accertamenti, senza quella iniziativa e senza il favoloso gruppo di lavoro che allora si costituì oggi i cittadini di Lecce avrebbero – conclude – meno diritti e sarebbero chiamati a pagare molti più soldi per imposte e tasse.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*