Sbarre alzate al passaggio del treno, Giannini: “80 milioni per la sicurezza”

minerva

PARABITA- Dopo l’attivazione da parte della Regione Puglia di una richiesta di monitoraggio a a ferrovie sud est, dopo lo spiacevole episodio di Parabita, la risposta giunta non ha affatto soddisfatto il primo cittadino Alfredo Cacciapaglia che l’ha definita grottesca.

“Richiamare l’attenzione degli automobilisti dinanzi ad una tragedia sfiorata che invece richiede particolari indagini  create da comportamenti assolutamente omissivi, semplicemente paradossale, dice Cacciapaglia. Raccontarci poi che il personale di bordo era a conoscenza del guasto e che invece di avvertire immediatamente le Istituzioni locali e la forza pubblica per il passaggio in sicurezza del treno si è fatto affidamento sul provvidenziale intervento di un fruttivendolo, vuol dire non avere rispetto dell’intelligenza del prossimo. Il tardivo e pretestuoso intervento da chi ha la responsabilità nell’accaduto non ci farà indietreggiare di un millimetro della nostra richiesta d’intervento della Magistratura”.

Intanto l‘assessore regionale Giannini dice: nel 2014 abbiamo investito 83 milioni per la sicurezza e altrettanto li abbiamo previsti negli ultimi mesi. La sicurezza sulle tratte ferroviarie-sottolinea- è di competenza dell’ente gestore e non della regione Puglia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*