Autovelox Lecce-Villa Convento: eppur s’attiva. In funzione dal 10 Agosto

NOVOLI- Lecce-villa Convento: una strada provinciale e un autovelox della discordia. La polemica ha avuto inizio sul finire di Luglio quando, a seguito delle lamentele dei cittadini, il Presidente Paolo Pagliaro postava sul suo profilo facebook una considerazione sull’ambiguo limite di velocità segnalato dai cartelli. A distanza di pochi metri un limite imposto di 40Km orari che diventava di 50km/h poco più in là.

Il tutto su una strada lontanissima dal centro abitato e, a dirsi dei residenti, priva di rischi concreti. Procedere a passo d’uomo per gli automobilisti rappresentava il vero pericolo, riconducibile al nuovo dispositivo che avrebbe dovuto risolvere un problema, e non crearne uno nuovo!

Indignazione e lamentele nei giorni successivi all’apertura del caso. L’assessore alle politiche ambientali Andrea Guido aveva fatto appello al buon senso della provincia e del presidente Gabellone “il vero problema da risolvere- aveva detto- riguarda Viale Pavarotti, strada principale di attraversamento del centro abitato dove le auto spesso non rispettano i limiti di velocità, mettendo in serio rischio l’incolumità dei residenti”.

Soltanto il 4 luglio la questione era stata oggetto di attenzione in commissione controllo dove era emersa sul viale una grave carenza di segnaletica orizzontale oltre ad attraversamenti pedonali non segnalati e non a norma di legge.

Durante un intervento telefonico, poi, il Comandante della Polizia Provinciale Antonio Arnò aveva preannunciato l’attivazione della telecamera già istallata ai fini del collaudo di rito. Poi il doveroso chiarimento sul limite imposto:

Venerdì la comunicazione ufficiale: l’autovelox sarà attivo dal prossimo 10 Agosto, h24 compresi i giorni festivi.
La rabbia aumenta: già pronta una raccolta di circa 500 firme dei residenti e due alternative proposte: alzare il limite di velocità a 70 km orari o spostare il dispositivo all’ingresso del centro abitato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*