SS 275, Del Basso De Caro:”L’opera si farà. E’ Anas a dover sciogliere il nodo su chi eseguirà i lavori”

LECCE- Il percorso di ammodernamento della 275 nel tratto che collega Maglie a Santa Maria di Leuca è sempre più tortuoso. Da Roma e dai vertici romani di Anas arrivano segnali negativi rispetto ai lavori per la realizzazione dell’arteria stradale e dal Ministero delle Infrastrutture si ipotizza un annullamento della gara, o ancora di più, una possibile riconsiderazione dell’opera non più ritenuta di interesse strategico.
“Se le scelte di Anas andranno verso un annullamento della gara non vuol dire che l’opera non si farà. – ha assicurato il sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti, Umberto Del Basso De Caro – l’interesse del ministero alla realizzazione dell’opera, non è cambiato. Tocca ad Anas sciogliere il nodo. Il problema non è l’opera, ma stabilire chi la eseguirà”

Poco più di un mese fa ai nostri microfoni il presidente di Anac Raffaele Cantone, si era espresso sulla realizzazione della strada statale :”un controsenso realizzarla, ma è la politica a dover decidere”, aveva dichiarato

Quella della 275 è una vicenda che ha registrato ben 25 giudizi, per ultima la sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione che danno torto alla CCC per l’appalto dei lavori della 275 e riconoscono l’ammissibilità «di un eventuale autoannullamento dell’aggiudicazione, con conseguente risoluzione del contratto, nell’esercizio del generale potere di autotutela riconoscibile all’ANAS». Un ulteriore tassello giudiziario, per l’avvocato pietro Quinto che ha difeso l’ati Matarrese Coedisal per il quale “se nel 2012 la commissione di gara dell’ANAS non avesse commesso le “macroscopiche illegittimità” ai danni dell’ATI Matarrese-Coedisal, oggi l’opera sarebbe stata cantierizzata ed il Salento non avrebbe perso una importante opportunità, sia in termini economici (un’opera pubblica del valore di € 300.000.000,00), sia in termini di soluzione di un annoso problema per avvicinare il capo di Leuca alle strade statali nazionali ed all’aeroporto di Brindisi. L’eventuale annullamento della gara sarebbe un fallimento su tutta la linea”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*