Otranto, gare enduro illegali nel parco protetto: quattro denunce

OTRANTO- La gara motociclistica è quella, regolare, valevole per il campionato regionale Enduro. Ma, per 8 km, il percorso ricadeva nell’area protetta del Parco Naturale Regionale “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase e il Sito di Importanza comunitaria “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca”.
Il percorso era delimitato da nastri di plastica o indicato da frecce dipinte con la vernice rossa per terra. Per la zona in questione la gara non era autorizzata e i 103 motociclisti iscritti vi hanno effettuato quattro giri. Hanno scoperto tutto gli agenti del comando provinciale del corpo Forestale dello Stato, con i colleghi della stazione di Otranto. I giri di gara effettuati nei km non autorizzati in area protetta hanno, secondo le indagini, provocato un elevato grado di danneggiamento del soprassuolo e il deturpamento delle bellezze naturali della zona.

Quattro persone sono state denunciate. Si tratta dell’organizzatore della gara, un 61enne di Maglie, e dei tre piloti e segnalatori di percorso -due magliesi ed un casaranese. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*