Boom di incendi, Di Gioia: “Arif efficiente ma costosa, va ridimensionata”

randstad 1

LECCE-Assunzioni in stand by perché l’agenzia regionale Arif è utile ma costosa. Così Leonardo Di Gioia, assessore alle Politiche Agricole della Puglia sul clima rovente di questi giorni: ovvero operai Arif licenziati e il salento che brucia con i vigili del fuoco in affanno e roghi quotidiani di boschi e macchia mediterranea. Una situazione difficile su più fronti, ad estate inoltrata: da una parte l’emergenza incendi che sta mettendo in ginocchio anche i vigili del fuoco e il problema occupazionale.

Gli operai Arif, vittime dei licenziamenti, hanno annunciato per il 25 luglio un sit in ai piedi della sede della Regione Puglia. Una protesta perché i tagli significano anche meno boschi presidiati e meno irrigazione. Ma tra mancate assunzioni e boom incendi sul territorio, potrebbe esserci un collegamento? L’assessore non si sbilancia ma giudica positivamente il lavoro svolto da Arif in questi anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*