Amministrative 2017, Vitali: a settembre i nomi o me la vedrò io e Gabellone “blocca” Marti

LECCE- I Comitati per il No sono tutti legittimi al di là dell’iniziativa delle federazioni provinciali di FI ma in ogni comitato devono esserci espressioni dei partiti del centrodestra, così il coordinatore regionale berlusconiano ma, all’ipotesi che questo possa rappresentare un ritorno in coalizione dei Conservatori e Riformisti, Vitali sentenzia: “la speranza è l’ultima a morire”

Se la speranza è l’ultima a morire rispetto ad una prova generale di riunificazione tra COR e Fi in vista delle elezioni nei comuni di Taranto e Lecce, Vitali e Gabellone tracciano le linee di movimento. Per il numero uno dei berlusconiani i segretari provinciali hanno tempo sino a settembre altrimenti la gestione passerà direttamente allo stesso Vitali.

Per Gabellone, segretario provinciale dei COR, sarà il partito a decidere le scelte e a definire la migliore candidatura. Ma il numero uno dei fittiani è come se bloccasse Marti: gli avrebbe detto che sino al 2018 farà il parlamentare. Per Lecce, se qualcuno pensa di esser candidato, sarebbe solo utile risorsa.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*