Ecco la giunta Carluccio: tra i malumori, Brindisi riparte da qui

BRINDISI- In premessa, lo dice chiaramente: c’è voluto del tempo, per alcuni anche troppo, ma alla fine è servito. La giunta del Comune di Brindisi è nata. A presentarla, in mattinata, dopo un minuto di silenzio per esprimere vicinanza alle vittime del disastro ferroviario, è la sindaca Angela Carluccio.
Tre donne, cinque uomini. Non è stata facile la composizione. Lo dimostra il fatto che il primo cittadino ha scelto di non assegnare ancora la carica di vicesindaco e di trattenere per sé deleghe fondamentali, quali quella all’Ambiente e ai Servizi Sociali.

La più giovane assessora è Francesca Scatigno, 32 anni, imprenditrice, a cui va l’assessorato alle Tutele (Deleghe: Verde; Parchi Cittadini ed Aree Protette; Rapporti con i Quartieri; Salute e Benessere degli Animali; Canile e Dog Park; Teatro). In quota rosa anche l’assessorato all’Organizzazione scolastica e Cultura, che va a Maria Greco, 52 anni, insegnante Isef, oltre a quello alla Programmazione Economica e Sviluppo Territoriale, assegnato a Marina Miggiano, 48 anni, avvocato civilista. A timone delle attività produttive arriva Cosimo Laguercia, 68 anni, segretario generale sindacato Cisal; a quello dell’Attuazione del Programma e Affari Generali, invece, Vito Carella, 46 anni, ex consigliere d’amministrazione Università Bari. I lavori pubblici sono assegnati all’esperienza di Salvatore Brigante, 62 anni, medico, mentre il Bilancio a Salvatore Del Grosso, 52 anni, anche lui avvocato civilista. Infine, il tasto dolente dell’Urbanistica va nelle mani di Gianpiero Campo, 43 anni, ispettore sanitario.

Di fronte alla domanda su un possibile rimpasto di giunta a brevissimo termine, per acquietare i malumori già forti di chi non è entrato nella squadra di governo, c’è chi si dice disposto a fare un passo indietro.Dunque, si parte. Con impegni importanti alle porte, in primis il delicatissimo fronte del comitato dell’autorità portuale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*