Giochi di luce a ritmo di musica: si riaccende la “Capitale delle Luminarie”

SCORRANO- La “Capitale mondiale delle Luminarie” torna a splendere nella Festa di Santa Domenica. Come da tradizione, le luminarie hanno preso  vita questa sera , in una cerimonia di accensione che ha emozionato  curiosi e turisti da ogni parte del mondo. Giochi di luce e colori creano, a ritmo di musica, una magia unica dentro uno spettacolo che sa unire fascino e folklore.
Le accensioni musicali si svolgeranno ogni sera, fino al 10 Luglio, a partire dalle ore 21 e fino a mezzanotte.  Anche quest’anno, le maestose architetture di luce sono state accese con uno straordinario connubio di musica ed altri incredibili effetti speciali.

I progetti di Luminarie che sono stati scelti, il cui montaggio è iniziato alla fine di maggio, sono tra i più imponenti mai realizzati nel campo delle luminarie:

 

MARIANO LUMINARIE

Faranno fantasticare e riflettere come sempre le architetture di luce realizzate dalla ditta scorranese Mariano Luminarie, che quest’anno ha scelto per tema “Il sogno incantato degli angeli”. “Quest’anno – spiega il maestro Massimo Mariano – abbiamo scelto di rappresentare un mondo fiabesco, qualcosa di incredibile, che si può solo sognare: è l’impossibile che prende forma. Sono state utilizzate 200mila lampade led e 600mila tra microluci e lampade RGB. L’altezza massima dell’opera è di 27 metri con un ‘tunnel dei sogni’ lungo ben cento metri. È un’opera che presentiamo in anteprima mondiale a Scorrano, non s’è mai visto nulla del genere nel campo delle luminarie”.

MARIANOLIGHT

“Il giorno mostra, la notte dimostra” è il tema scelto quest’anno dalla ditta MarianoLight di Corigliano d’Otranto. “In questo nuovo progetto – spiega il maestro Lucio Mariano – ci siamo divertiti a giocare con la luce e con le prospettive e solo la notte potrà svelare la magia dell’inaspettato. Le luminarie tradizionali constano di un grande portale fiorito di 22 metri di altezza e 18 di larghezza, dal quale si sviluppa un ‘porticato’ coperto per 60 metri e a seguire una galleria ad arco per altri 440 metri. Sono utilizzate 400mila lampade Led e, per la prima volta, 35mila lampade Rgb con tecnologia ‘artnet’ con ben 205 ‘universi’ e 128 canali tradizionali in Dmx insieme, per accendere, insieme alla tradizione e all’innovazione, la fantasia. Non potevamo che che scegliere la Festa di Santa Domenica per questo debutto assoluto”.

SALENTO LUMINARIE

La ditta Salento Luminarie, di Ernesto Palma & Co (Giurdignano, Le), porta in scena per la prima volta a Scorrano “La magia dei colori con la dolce melodia della musica”, imponente architettura composta da 2 torri alte 16 metri con effetti-luce da far girare la testa. Poi una “spalliera” alta 13metri con archi soprastanti, che raggiungono i 17 metri di altezza, anche qui con effetti-luce di vari colori, infine altri 7 archi in chiusura. “Sarà un’accensione magica, spettacolare – assicura il maestro Palma – pensata per incantare e lasciare a bocca aperta il pubblico che verrà a trovarci a Scorrano”.

 

 

PAULICELLI LIGHT DESIGN

Il “Cuore di Puglia” è il primo progetto luminario della Paulicelli Light Design di Capurso (Bari), che unisce la grandiosità e lo sfarzo degli apparati luminosi al movimento sincrono e curato delle stesse, con il suono. Un progetto che unisce le caratteristiche uniche della terra di Puglia, dei suo castelli, dei suoi colori cangianti e del suo sole. I castelli con le torri e le vetrate floreali a mosaico delle chiese romaniche, ricche di colori dai quali traspare la luce del sole con la visione dei più piccoli ma rifiniti dettagli, fanno di questo progetto una ricchezza espositiva ma di indubbia eleganza. I movimenti costituiti da oltre 230 canali di oltre 200mila luci che permettono di enfatizzare i ritmi giovani e moderni delle composizioni usate, ma anche classiche, senza abbandonare la sfarzosità e la ricchezza dei moduli barocchi utilizzati nel comporre la scenografia di luce. Lo spazio degli ambienti tridimensionali creati che confluiscono con dei passaggi ricchi di luci e colori nel grande mistico teatro centrale di forma quadrangolare e sfaccettato, alto, ma anche ricco di dettagli e di rifiniture lavorate, dà vita ad uno scenario incredibilmente colorato e confortevole armonizzando la piazza ed arricchendola di forme armoniose. Un omaggio al cav. Giuseppe Paulicelli, maestro delle luminarie, da suo figlio che ha voluto immaginare il riposo del padre in un ambiente dalla bellezza ultraterrena ma sempre illuminato dalla sua plasmata e forte “luce”.

 

LUMINARIE DE FILIPPO

“Armonie di luci e colori in una splendida cornice barocca” è il titolo scelto dalla ditta Luminarie De Filippo, di Salerno. “Il progetto – spiegano i maestri salernitani – trae ispirazione dall’arte barocca, nella ricerca del perfetto connubio tra luci e colori, quel gioco armonioso che si crea dall’incontro di questi due aspetti così unici e complementari”. Per animare l’opera, che raggiunge un’altezza massima di 22 metri, sono state utilizzate ben 650mila lampade a led di ultima generazione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*