Liste d’attesa, mozione-provocazione: “Asl tassate per prestazioni fuori tempo”

randstad 1

LECCE- Diventa una vera e propria mozione depositata in Regione la provocazione sulle liste d’attesa: una “tassa” nei confronti delle ASL poco solerti, una sorta di bonus di 25 euro come compensazione economica ai cittadini che non ottengono l’erogazione delle prestazioni sanitarie nei tempi massimi di attesa previsti dalla normativa regionale.
È quanto chiedono i consiglieri regionali M5S Conca e Galante: “Tale somma – spiegano – fungerebbe da acconto sui costi che il cittadino sarà chiamato a sostenere per la successiva prestazione sanitaria erogata dalla struttura pubblica e conferita materialmente solo a chi è esente totalmente dal pagamento del ticket”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*