Giovane psicologa trovata morta in un appartamento in città: è mistero

LECCE- Il suo posto al convegno è rimasto vuoto. Di lei nessuno aveva notizie. Poi la macabra scoperta: è stata ritrovata senza vita nel suo appartamento a Lecce, in viale Rossini.

Si tratta di una giovane psicologa:  Virginia Quaranta, 32enne originaria di Diso.  Inutili i soccorsi.  Per lei non c’è stato nulla da fare.

 La psicologa era distesa sul letto, sulla porta d’ingresso nessun segno di effrazione e sul corpo niente segni di violenza. Secondo la polizia potrebbe essere morta nel sonno; accanto al cadavere sono stati trovati alcuni farmaci e referti di visite specialistiche, posti sotto sequestro insieme a computer e cellulare. La giovane età della vittima e il fatto che l’ispezione esterna del medico legale non abbia reso possibile accertare le cause del decesso, ha indotto il magistrato di turno, Francesca Miglietta, a disporre l’autopsia che sarà eseguita martedì prossimo dal medico legale Alberto Tortorella.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*