Inaugurazione Malè: la Regina torna a splendere

SANTA CESAREA TERME – Tutto è andato come doveva andare. Anzi, meglio. Il Salento ha di nuovo la sua scintillante regina delle notti del sud: è tornato a splendere il Malè di Santa Cesarea Terme, e lo ha fatto fino all’alba. E il club rivive gli anni d’oro.
Dopo quattro anni di chiusura ha riaperto i battenti in occasione del trentesimo anniversario. L’opening ha soddisfatto tutti i gusti delle centinaia di persone arrivate da ogni parte del Sud Italia con un programma artistico unico.

Dietro le consolle, Salvatore Patisso e Tiziano Grasso con l’house music made in Salento; le sonorità del sax di Fulvio Palese e le percussioni di Kokoria, tutto condito dalla solita energia di Walker che, con la sua voce, ha coinvolto tutti. La serata si è svolta nel contesto dell’evento denominato White Ocean, uno spettacolo scenografico senza precedenti.

Tra le novità più importanti del nuovo Malè spiccano le tre piste: la big room adibita per gli spettacoli White Ocean con la supervisione di Luigi Liguori sarà la casa dell’house; la seconda pista sarà alla Pachanga, al divertentismo e ai revival anni 70-80-90 di Sandro Toffi, Street Angel e Barby dj; la terza pista è la vera new entry per gli amanti del reggae ton e del latino americano con il coordinamento di Stefano Greco by Movida.

A riprendere in mano le redini della Regina dell’estate, l’entusiasmo del giovane imprenditore Alessandro Muscatello e di altri due ragazzi, che ce la stanno mettendo tutta, insieme al resto di un grande team tra organizzatori, tecnici e personale, per riaccendere un locale storico del Salento, per anni simbolo del divertimento della costa Adriatica e non solo. La programmazione dell’estate targata Malè-Costa del Sud è solo all’inizio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*