Euro2016: in Francia debutta anche il Salento

LECCE- Si contano le ore al debutto dell’Italia all’EUROPEO francese. Lunedì sera tocca agli Azzurri allenati dal commissario tecnico leccese Antonio Conte. E’ la prima volta che Conte si misura, a livello di Nazionali, in una competizione europea. E si tratta anche dell’ultima poiché dopo l’Europeo francese tornerà a lavorare in un club, ovvero al Chelsea, in Premiere League.
Conte, dopo i mondiali brasiliani, ha preso il posto di Cesare Prandelli. Il primo appuntamento per l’allenatore leccese, cresciuto nel vivaio giallorosso, erano le qualificazioni per Euro 2016. E Conte ha centrato la qualificazione. A Lione il debutto della sua Nazionale. Una squadra giovane. Conte ha dovuto rinunciare ad alcuni elementi che avevano contribuito a giocarsi la fase finale in terra transalpina.

Tra i convocati anche l’attaccante Graziano Pellè, punta del Southampton. Pellè, originario di Monteroni di Lecce, è cresciuto nel vivaio giallorosso. Poco fortunata la sua esperienza italiana, così l’attaccante salentino è esploso prima in Olanda, ma il richiamo della Premier League lo ha indotto a rinunciare alla terra dei tulipani. Così, gol dopo gol, Conte ha cominciato a seguirlo convocandolo in Nazionale. Dopo i vari Causio, Conte, Moriero, ecco un altro salentino protagonista con la maglia azzurra della Nazionale italiana. Lunedì sera avrà gli occhi addosso di un intero paese. Non è sicuro che giochi dall’inizio, ma Conte può contare sulla torre salentina in caso di necessità.

A completare la colonia di salentini in casa Italia ci sono Sandro Donato e Tiberio Ancora. Il primo è il massaggiatore del Lecce che Conte ha voluto nel suo staff. Concluso il campionato con il Lecce Sandro Donato si è trasferito subito a Coverciano e dopo nel ritiro di Montpellier dove l’Italia ha preparato il debutto contro il Belgio.

Tra i fedelissimi di Conte anche Tiberio Ancora, il nutrizionista di Buffon e compagni. Tiberio Ancora collabora con Conte da diversi anni seguendo il commissario tecnico leccese nelle sue varie esperienze di club. Insomma, a parte una nutrita rappresentanza di tifosi che non perdonano a Conte i suoi trascorsi a Bari, si tiferà Italia e magari sarà proprio Pellè a far sognare l’Italia

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*