Boc, Cassazione conferma condanne per De Leo e Naccarelli

doc cantina salice

LECCE- E’ definitiva la condanna dell’ex assessore al Bilancio del comune di lecce Ennio De Leo e dell’ex dirigente comunale Giuseppe Naccarelli. La vicenda è quella dei Buoni obbligazionari comunali, nell’erogazione dei quali sono accusati di aver commesso degli illeciti.
La Cassazione ha respinto il ricorso, dopo le condanne nei primi due gradi di giudizio. Dunque restano in piedi le pene a quattro anni e tre mesi per De Leo e quattro anni e sei mesi per Naccarelli, inflitte dalla Corte d’Appello di Lecce. Per entrambi persiste anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e dovranno risarcire il Comune di Lecce di un milione di Euro, tra danni materiali e morali.

I finanzieri del nucleo di polizia tributaria indagarono, nel 2005, sugli oltre 680mila Euro utilizzati per sottoscrivere i Boc. Naccarelli avrebbe attinto, per liquidare gli incentivi, da un altro capitolo di spesa, senza tra l’altro versare le imposte dovute. De Leo avrebbe fatto approvare dall’allora giunta comunale di Palazzo Carafa la ripartizione degli incentivi. Naccarelli, con questa operazione, avrebbe beneficiato di un premio da oltre 300mila Euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*