Omicidio Piazza Palio, Polimeno condannato a 30 anni

LECCE– Condannato a 30nni dalla Corte d’Assise di Lecce Salvatore Polimeno, 27 anni, di Lecce, accusato dell’omicidio di Valentino Spalluto, il 20enne operaio di Surbo, ucciso con a colpito di pistola il 2 agosto di quattro anni fa in un agguato in piazza Palio a Lecce.

Il pm aveva chiesto per Polimeno l’ergastolo perché a morire era stato “un ragazzo innocente”. La vittima prescelta era un’altra: Alessandro Leo. Le indagini accertarono che il killer e la vittima designata avevano litigato due mesi prima. Leo aveva schiaffeggiato Polimeno e questo aveva giurato vendetta, tanto da armarsi e uccidere alla luce del sole, sparando però alla persona sbagliata.

Il 27enne fu arrestato il 25 settembre del 2012, a poco meno di due mesi dal delitto. Per gli investigatori fu lui che, con freddezza inaudita, puntò la pistola attraverso la recinzione di Piazza Palio, dove era in corso l’allestimento del palco per il concerto, poi saltato, di Laura Pausini, e sparò 3 colpi, di cui 2 colpirono alla testa Valentino Spalluto, morto sul colpo.

Dopo 4 anni di processo, testimonianze e indagini, oggi i giudici della Corte d’Assise lo hanno condannato a 30 anni e inoltre hanno stabilito una provvisionale di 50mila euro ciascuno per il padre, la madre e la sorella della vittima.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*