Terrore a Telerama: toro scappato dal mattatoio, tenta di entrare negli studi

LECCE-Un esemplare maestoso, di sette quintali. Un toro bianco inferocito ha seminato il panico nella zona industriale di Lecce, rifugiandosi nel giardino degli studi di TeleRama e RadioRama. Il toro, poco dopo le 11,00 del mattino, è scappato dal mattatoio privato che si trova a 200 metri dagli studi dell’emittente salentina.

Come spiegato dal titolare del mattatoio, l’animale ha divelto la struttura in tubi d’acciaio che costituisce un camminamento, un percorso obbligato, in cui vengono fatti confluire gli animali diretti al macello. “È impazzito, ha spaccato tutto, abbattuto la struttura e poi è scappato dal cancello principale, che era semiaperto a causa di lavori in corso”.

A quel punto è stato il panico: il toro ha preso a correre sull’asse di spina, il grande viale della zona industriale di Lecce-Surbo, davanti agli occhi increduli degli automobilisti. Ha attraversato la strada e si è rifugiato nel giardino di TeleRama. Intanto sono stati allertati gli agenti della sezione Volanti della Questura di Lecce, arrivati insieme ad un veterinario del mattatoio. Ci hanno chiesto di accedere alla sede, sono entrati negli studi radio e, dalla finestra, hanno cercato di fermare il toro, hanno sparato dei colpi di pistola al corpo, ma l’animale ha resistito.

Nel frattempo i dipendenti di TeleRama si sono asserragliati dentro, tenendosi a distanza di sicurezza come imposto dai poliziotti. Così gli hanno sparato in testa, ma dopo sei colpi, quando si è accasciato e sembrava ormai morto, il toro si è rialzato. Allora è stato abbattuto. Otto proiettili in tutto hanno messo fine alla sua vita, destinata già alla stessa sorte, alla quale lui ha tentato di sottrarsi in ogni modo, fuggendo in cerca della libertà. È stato poi decapitato e, per recuperare la carcassa, è stato necessario intervenire con una motopala.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*