Suicida sotto un treno, dell’amico scomparso ancora nessuna notizia

BARI- Sono ancora senza esito le ricerche dei carabinieri di Paolo Dragone, di 56 anni, il dipendente del Comune di Mola di Bari  di cui i famigliari non hanno più notizie da giovedì scorso e la cui scomparsa potrebbe essere collegata – secondo gli investigatori – al suicidio di un suo amico, Enrico Galati, di 47 anni di Melissano, che da anni viveva tra la Germani e Monopoli e il cui corpo – non ancora identificato ufficialmente – potrebbe essere quello dilaniato da un treno, domenica scorsa, nella stazione di Mola di Bari. A presentare la denuncia della scomparsa di Dragone è stata la famiglia che, giovedì mattina, lo attendeva al cimitero per la tumulazione della madre scomparsa. Sul pianerottolo di casa di Paolo Dragone sono state trovate tracce di sangue: è stato accertato che in parte sono di alcuni gatti di cui l’uomo si prendeva cura. Ma quella più evidente a occhio nudo, trovata sulle scale di casa dell’uomo, è ancora sottoposta ad analisi da parte dei Ris

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*