In rete l’appello per il ritiro della querela nei confronti di Danilo Lupo

LECCE- Un è condiviso da amici, compagni, colleghi e cittadini che intendono, a titolo personale, esprimere solidarietà e sostegno a Danilo Lupo per la querela ricevuta dal Comune di Lecce per aver manifestato la propria opinione su Facebook sullo sgombero del centro sociale “Terra Rossa”.

Crediamo che esporre la propria opinione non debba essere motivo di querele da parte delle Istituzioni che, invece, dovrebbero garantire e difendere la libertà di parola per tutti i cittadini. Molti di noi – scrive un gruppo di sostenitori dell’iniziativa – hanno condiviso con Danilo importanti momenti di partecipazione civica e conoscono il suo impegno e, soprattutto, la sua onestà intellettuale.

Il politico e l’amministratore non dovrebbero avere timore delle opinioni dei cittadini e dei giornalisti: hanno tutti gli strumenti comunicativi democratici per rispondere pubblicamente e direttamente.

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Così recita l’articolo 21 della nostra Costituzione. Chiediamo che l’Amministrazione del Comune di Lecce rispetti e accolga l’appello dei tantissimi cittadini, amici, colleghi e compagni di Danilo Lupo e che ritiri un provvedimento che sta sollevando, in maniera sempre più intensa, diffusa ed evidente, l’indignazione dell’opinione pubblica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*