Il Silenzio degli Innocenti, da Palazzo Carafa ancora alcuna risposta su alienazioni e ritardi

LECCE- La scorsa settimana ponemmo un interrogativo: se ci siete battete un colpo. A distanza di qualche giorno si profila un remake del Silenzio degli Innocenti se tali son realmente. Esser innocenti significa non commettere reati e quindi non esser responsabili di illeciti ma si può facilmente diventare colpevoli se l’innocenza da reato, di fatto, determina assenza da azione e quindi non innocenti davanti all’opinione pubblica.
Perché dopo la vendita dell’immobile che ospita la pro loco ed il diurno non si è messo nelle condizioni gli acquirenti di avviare le ristrutturazioni? Superficialità o subalternità della politica verso la dirigenza comunale? E l se così fosse , sarebbe ancor più grave per l’inconsistenza della classe amministrativa.

Perché il Comune di Lecce non ha dato risposta rispetto al Project financing che poteva regalare al capoluogo una vera pista ciclabile che collegasse lecce a San Cataldo? Superficialità o altre prospettive? E se così fosse doppio fallimento vista l’assenza, dal 2012 ad oggi, di un’alternativa.

Perché Palazzo Carafa ha alienato degli immobili comunali di edilizia residenziale pubblica senza attendere l’autorizzazione regionale? O, peggio ancora, non ha inserito negli elenchi tali immobili procedendo a vendita che ora potrebbe determinare un ulteriore danno, sia alla pubblica amministrazione sia agli acquirenti finali? Anche qui superficialità o altro? Perché non si avverte l’esigenza di una risposta o di un mea culpa?

Quando ci siamo interrogati su chi avesse acquistato, e perché, gli immobili di San Cataldo non siamo riusciti ad avere risposte e siamo stati costretti ad indagare per poi capire che, agli appelli lanciati verso gli imprenditori, non seguivano gli atti per metterli nelle condizioni di investire inducendoli , invece, a recedere ed a citare per danni la stessa amministrazione.

Non vorremmo che l’ulteriore volontà di tacere diventasse Il Silenzio, non più degli Innocenti, ma dei colpevoli per lo sviluppo svanito….

Cordialmente Giuseppe D. Vernaleone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*