Lecce ko: per i play off serve una vittoria

minerva

LECCE- Al Benevento serviva un punto, ma ne prende tre e vola in B. La squadra di Auteri ha meritato il successo e la promozione nel campionato cadetto e lo ha dimostrato anche nel confronto diretto con il Lecce. Per i sanniti le porte della B si schiudono già nel primo tempo grazie al doppio vantaggio firmato da Mazzeo e Cissè. Il Lecce, invece, a parte il palo in apertura di Lepore è stato inconcludente in attacco. E non va meglio nella ripresa quando Braglia ordina l’ingresso di Moscardelli. Un Lecce che deve ritrovarsi in fretta per non perdere, clamorosamente, anche il treno play off.
Braglia recupera Abruzzese e in difesa presenta anche Camisa al posto dello squalificato Cosenza. Nell’undici di partenza si rivede anche Legittimo. La linea d’attacco è quella della settimana precedente; Moscardelli parte dalla panchina.

Al 3’ il Lecce sfiora il gol: un destro di Lepore, forse toccato da Papini, sbatte contro il palo della porta di Gori. Al 18’ il Benevento passa in vantaggio: cross di Melara dalla destra e colpo di testa vincente di Mazzeo, 1-0 .

Al 26’ il Benevento raddoppia: Cissé vince un contrasto a centrocampo con Camisa e s’invola verso la porta leccese e batte Bleve, 2-0.

Al 35’ la difesa del Benevento si disimpegna male e il Lecce prova a colpire, ma Curiale è murato davanti alla porta di Gori. Il tecnico Auteri, sul finire del primo tempo, è costretto a sostituire l’infortunato Cissé con Campagnacci.

Nell’unico minuto di recupero del primo tempo il Lecce calcia per la prima volta nello specchio con un tiro centrale di Caturano. Ad inizio ripresa Braglia ordina gli ingressi di Beduschi, per Camisa, e di Moscardelli per Caturano.

Al 6’ il Benevento realizza il terzo gol: grande giocata di Ciciretti che lascia sul posto Beduschi e apre per Mazzeo, il cui sinistro è vincente. Bleve indeciso nell’occasione. Al 14’ il Lecce prova a reagire, ma la conclusione di Surraco è centrale. Due minuti più tardi lancio in profondità di Curiale fermato angolo da Lucioni. E dalla distanza punta la porta anche Moscardelli, ma Gori para a terra.In campo anche Liviero che sostituisce Curiale, non pervenuto.

Al 36’ il Lecce prova ad accorciare le distanze su calcio piazzato, ma Gori ferma in due tempi una punizione di Lepore. Finisce 3-0 per il Benevento

In classifica il Lecce scivola al terzo posto, superato di nuovo dal Foggia. Domenica prossima ultima giornata della stagione regolare: il Lecce ospiterà la Lupa Castelli Romani

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*