Case Arca Sud, ancora tagli dell’acqua a Cisternino e Nardò

CISTERNINO-  Il Salento è ancora attanagliato dalla stessa emergenza: quella dell’interruzione dell’erogazione idrica nelle palazzine popolari, a causa dei debiti con AQP accumulati negli anni per colpa di alcuni condomini morosi. Le ultime segnalazioni in ordine di tempo ci arrivano da Cisternino e Nardò. Il problema è sentito ugualmente, tanto in provincia di brindisi, quanto in quella di Lecce.
Questa è via Liguria, a Cisternino. Da giovedì dai rubinetti di una ventina di appartamenti non esce più acqua. “L’erogazione è stata interrotta all’improvviso” dicono i residenti “nessuno ci ha avvisato ed ora ci laviamo usando delle salviettine umidificate, anche se noi le bollette le abbiamo sempre pagate”.

Stesso copione a Nardò, dove a lanciare l’allarme è Pierpaolo Giuri di CasaPound. “Dopo un mese dalla nostra richiesta al sindaco avente ad oggetto l’istituzione di un tavolo tecnico per trovare soluzioni concrete al problema nulla è stato fatto per evitare quello che era un disagio preannunciato. I cittadini delle case popolari, abbandonati in strutture fatiscenti e molto spesso pericolose, sono stati ancora una volta privati di un bene essenziale”. Qui le famiglie senza acqua sarebbero 50.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*