Doping bodybuilding, 2 condanne

BRINDISI- Il gup del tribunale di Brindisi Stefania De Angelis ha emesso due sentenze di patteggiamento, due di condanna e una di proscioglimento nei confronti di cinque imputati coinvolti in un’inchiesta coordinata dal pm Milto Stefano De Nozza e condotta dai carabinieri dei Nas di Taranto sulla commercializzazione di farmaci per il doping di atleti professionisti e semi-professionisti del body building. Agli imputati erano contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata alla vendita illegale di farmaci, ricettazione, falso ed esercizio abusivo della professione.
Condannati ad un anno e 10 mesi Giuliano Bufano, di Mesagne (Brindisi), e ad otto mesi Michele Pichierri, di Sava (Taranto). Hanno patteggiato la pena di un anno Nicola Marseglia e Giorgio Montinaro, di San Vito dei Normanni (Brindisi). Prosciolto Paolo De Vizzi, di Manduria (Taranto), atleta disabile noto per aver centrato il record di permanenza in immersione. Altri due imputati sono stati rinviati a giudizio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*