Controlli in vista della Pasqua: sequestri a raffica di uova e pesce

GALLIPOLI- Il pranzo di Pasqua deve fare i conti con il rischio contraffazione e con gli illeciti agroalimentari. Sequestri a raffica nel Salento. La Forestale ha messo sotto chiave 80mila uova in tutta la Regione, trovando, soprattutto a Lecce e a Taranto, uova con data di scadenza posticipata di sette giorni rispetto a quella effettiva. A Mesagne e Leporano, invece, uova non timbrate, di dubbia provenienza e dunque non tracciabili.
Due le denunce per il reato di frode nell’esercizio del commercio. A compiere l’operazione ‘Pasqua con uova sicure’ il Comando Regionale per la Puglia di Bari e il Coordinamento territoriale per l’Ambiente di Altamura. Una ventina le ditte controllate in tutta la regione tra aziende avicole, commercianti all’ingrosso e al dettaglio. In sette casi sono stati riscontrati illeciti e sono state elevate multe per 10mila euro. I controlli, mirati a garantire la sicurezza agroalimentare e a tutelare i consumatori, sono stati compiuti nel corso di questo mese, nel mercato pugliese che vede la coesistenza di uova nostrane e straniere (romene, polacche e spagnole).

Non va meglio sul fronte ittico. I militari della Guardia Costiera di Gallipoli e personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gallipoli hanno passato al setaccio ristoranti del basso Salento. In un locale di Sannicola, sono stati ritrovati 25 chili di pesce detenuto nelle celle frigorifere in assenza di qualsiasi documento o etichetta. Parte del pescato era inoltre privo della prevista documentazione sanitaria di accompagnamento. L’intero quantitativo è stato sottoposto a sequestro e sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di circa quattromila euro.

Nello stesso ristorante, è stata sanzionata la mancata esposizione, in luogo visibile al pubblico, della licenza, dell’autorizzazione e delle tariffe dei prezzi. Le verifiche congiunte, a quanto fatto sapere dalle forze dell’ordine, proseguiranno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*