Banchetti nelle piazze e spot tv, al via la campagna anti trivelle di Forza Italia

BARI- Spot in tv, banchetti in tutte le piazze e il 10 aprile una grande manifestazione regionale. La campagna di Forza Italia per far vincere il Si al referendum del 17 aprile è pronta. “Smetteremo il 17 sera”, hanno spiegato il coordinatore regionale Luigi Vitali, il responsabile del dipartimento Cultura e Turismo Paolo Pagliaro, i consiglieri regionali Gatta e Damascelli e il commissario cittadino di Bari, Sisto.Da Roma alla Puglia -ha aggiunto Vitali- Forza Italia è unita e con coerenza lancia la campagna referendaria per dire “no” alla politica energetica di Renzi e “si” alla tutela del nostro mare, fonte di ricchezza e di straordinaria attrazione turistica“.  “Come istituzione -ha dichiarato, invece, il vicepresidente del Consiglio regionale Giandiego Gatta- il Consiglio pugliese ha fatto ciò che doveva. Ora, però, entriamo nella fase operativa: ciascun consigliere regionale dovrà fare ciò che in coscienza ritiene affinché si arrivi al quorum del referendum e vinca il “si”.

“Trivelliamo Renzi” è lo slogan di quello che non sarà solo un mese di campagna anti-trivelle ma più in generale di una lunga contestazione al premier che terminerà ad ottobre con il referendum costituzionale. Gli obiettivi, naturalmente sono due: raggiunger il quorum e far vincere il si che così impedirebbe la proroga delle concessioni alle società che già trivellano i nostri mari. Un obiettivo che forza italia raggiungerà scendendo in tutte le strade e in tutte l piazze.

“Bisogna convincere e sensibilizzare i cittadini ad andare a votare in massa il 17 aprile”, ha affermato Paolo Pagliaro, responsabile Dipartimento Cultura e Turismo di Fi Puglia. “Il nostro partito -ha aggiunto- è in prima linea a favore del “si” e, dunque, contro le trivelle. Nel corso del mese ci saranno parecchie iniziative e il 10 aprile sarà il giorno più importante: Forza Italia sarà presente in tutte le piazze pugliesi con banchetti e manifestazioni assieme a dirigenti del partito e militanti”.

“Il dato più inquietante -ha dichiarato l’on Francesco Paolo Sisto, commissario Fi di Bari Città Metropolitana– è l’atteggiamento oscillante del Partito Democratico che, per timore di perdere consensi, preferisce non prendere posizioni. Il che la dice lunga sulla coerenza nelle politiche per i territori. Forza Italia ama il mare e il Mezzogiorno -ha concluso Sisto- e voterà conseguentemente, confidando in una gioiosa partecipazione dei cittadini”.

“È necessario essere tra la gente –ha detto il consigliere regionale di Fi, Domenico Damascelli– nelle piazze per spiegare l’importanza del voto referendario, incentivando l’apertura di comitati No Triv. Ci vuole una grande mobilitazione per spronare i cittadini a recarsi alle urne e votare “sì”. Insieme al grande attivismo delle associazioni -ha concluso Damascelli- si devono impegnare anche tutti i partiti, mettendo a disposizione della causa la loro struttura organizzativa, e i sindaci, sensibilizzando le comunità cittadine”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*