CronacaPolitica

Operazione Eclissi, le mani dei clan sui manifesti elettorali: Comune di Lecce parte civile

LECCE- Il Comune di Lecce si costituisce parte civile nei confronti di 4 degli imputati nel processo nato dall’operazione Eclissi. Nei giorni scorsi il deposito della richiesta, “per danno all’immagine” nell’ambito del procedimento relativo alla gestione dei manifesti elettorali per le amministrative del 2012, i giudici hanno accolto la richiesta dei legali di Palazzo Carafa.
Imputati sono Mario Blago e Sergio Marti. Una sorta di monopolio dell’affare gestito dai clan, che avrebbero intrattenuto rapporti con alcuni aspiranti al Consiglio comunale di Palazzo Carafa: dalle intercettazioni emerse che alcuni candidati erano costretti a rivolgersi a un gruppo organizzato, per effettuare l’affissione dei manifesti elettorali al costo di un euro e trenta per ogni affissione.

Articoli correlati

Bari: minacce via social a Fabio Romito, candidato sindaco del centrodestra

Redazione

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

I Ministri Valditara e Zangrillo per Adriana Poli Bortone

Sergio Costa

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore