Pd, Piconese: Foresio ha ragione, costruiamo la coalizione ma stop ad autocandidature”

LECCE-  Il segretario provinciale del Pd Salvatore Piconese risponde alle sollecitazioni del capogruppo Pd al Comune di Lecce Paolo Foresio che invitava a non ripetere gli errori commessi nel 2012 e ad approfittare del fatto che la macchina del centrodestra, che era riuscita ad arrivare, allora, in ogni settore della società leccese stia mostrando segni di cedimento e non sia più compatta come un tempo.
Per la prima volta, nella storia politica della città capoluogo, dice piconese dando ragione a foresio, si registra uno sfarinamento del blocco storico del centrodestra. Una situazione del tutto nuova, che disarticola in varie componenti l’area conservatrice.  È necessario ragionare su questo nuovo scenario. Le primarie sono nello statuto del Pd, dice Piconese, ma credo sia opportuno, prima di tutto, visto lo scenario politico, che il partito si ponga a capo della costruzione di una nuova coalizione di centrosinistra larga e inclusiva capace di vincere le elezioni.

Mi sembra ancora prematuro parlare di nomi legati alla candidatura a Sindaco. Così come mi sembrano inopportune le autocandidature e il riferimento è anche al consigliere regionale del Pd Sergio Blasi, che proprio durante la trasmissione TrnewsTalk si era mostrato disponibile alla candidatura a sindaco di Lecce.  Mi sollecitano in molti, aveva dichiarato Blasi, io sono pronto, passando naturalmente per le primarie. Ai leccesi non importa che io sia di Melpignano. Le autocandidature sono inopportune, dice il segretario provinciale, la necessità politica è la costruzione della coalizione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*