Gelesis, la start up rivoluzionaria che parte da Calimera

CALIMERA- Una vera e propria invenzione, frutto di anni di ricerche, che ora sta dando ottimi risultati al team coordinato dal professore dell’Università del Salento  Alessandro Sannino. Si tratta di un gel racchiuso in una capsula che si prende per bocca che sembra essere un vero toccasana per la salute : controlla la glicemia e favorisce la perdita di peso. La proprietà della Gelesis, così si chiama la nuova tecnologia, è a Boston, ma la produzione è tutta salentina. Alessandro Sannino infatti opera nella sede universitaria di Calimera, centro di ricerca all’avanguardia  ospitato nei locali dell’ex Mattatoio .  La start-up GELESIS, in quattro anni ha raccolto oltre 90 milioni di investiment risultando lo spin-off più finanziato in Europa.

Si tratta di un progetto del Ministero dello Sviluppo Economico, denominato “progetto SINTeSIS” ossia “Sostegno all’Innovazione e alle Nuove Tecnologie per lo Sviluppo dell’area Ionica Salentina”.  La sede dell’Università del Salento a Calimera è avvenuta il 17 giugno 2013.  Grazie ad una convenzione approvata in Consiglio Comunale il 30 dicembre 2010. Il centro è diventato un importante centro di ricerca internazionale per le biotecnologie ed ora, con il lavoro di Sannino, è salito alla ribalta della comunità scientifica.

“Le buone prassi amministrative e politiche esistono”, commenta il dirigente provinciale dei Conoservatori e Riformisti Luigi Mazzei, che rivendica la paternità dell’intuizione.  E poi la polemica: “Mi auguro che l’attuale Amministrazione continui nell’opera di sostegno alla crescita culturale ed economica del paese, valorizzando ciò che ha ereditato, non come ha fatto con le sculture di Steven Holl e Alvaro Siza”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*