Morì dopo la broncoscopia, l’autopsia chiarisce: decesso dovuto ad emorragia gastrica

LECCE-L’autopsia eseguita nelle scorse ore sul corpo della 39enne di Cavallino, Maria De Blasi, deceduta dopo una broncoscopia al Vito Fazzi di Lecce chiarisce le cause della morte.
I primi risultati dell’esame autoptico, eseguito dal medico legale Roberto Vaglio, attribuirebbero la morte della donna ad un’emorragia gastrointestinale. Saranno i risultati degli esami istologici a dare ulteriori risposte. Al momento, però, il decesso non sembra legato all’esame eseguito.

Cinque i medici iscritti nel registro degli indagati per la vicenda. L’inchiesta è stata avviata a seguito della denuncia presentata dai familiari della vittima, ai quali adesso la salma è stata restituita.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*