Classifica Openpolis, Lannutti: “Fare politica significa essere al servizio dei cittadini”

LECCE- Impietosa, per alcuni, la classifica pubblicata da open polis sull’attività e la produttività dei parlamentari, i politici eletti dai cittadini che in parlamento devono lavorare per gli interessi di tutti.

L’osservatorio Openpolis incrocia ed elabora i ufficiali aggiornati quotidianamente da Camera e Senato. Il dossier si riferisce alla XVII legislatura, fino al 30 novembre scorso. Si prendono come riferimento gli atti presentati in parlamento, la tipologia, il consenso ricevuto, l’iter e la partecipazione del parlamentare ai lavori. Ma non è un mero conteggio delle attività svolte, bensì la rilevazione “della capacità di essere stati influenti ed efficienti”, spiega Openpolis: per cui più produttivo non è chi presenta più interrogazioni ma chi ottiene una risposta dal ministro competente.

Tra i salentini alla Camera, il più attivo e incisivo è Rocco Palese, al 41esimo posto nella classica generale dei 630 a cui segue Teresa Bellanova al 56esimo posto, che insieme al tarantino Michele Pelillo . Sono gli unici sopra la media di produttività.

In fondo alla classifica Roberto Marti e, Nicola Ciracì, giustificato perché entrato in corsa e perché dice, Openpolis non tiene conto del lavoro delle commissioni di cui io faccio parte

“Fare i parlamentari, dice Elio Lannutti presidente nazionale dell’Adusbef , significa essere al servizio dei cittadini. Ben vengano quindi le classifiche di Openpolis”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*