Sport

Post match, Lecce-Benevento: i commenti a caldo. Braglia: “Non siamo dei mostri, aiutateci”

LECCE (di Carmen Tommasi) – Passerà sicuramente un Natale sereno il tecnico Piero Braglia e per questo deve ringraziare Davis Curiale, che con una doppietta gli ha regalato tre punti fondamentali contro il Benevento: “Non siamo dei mostri, ma solo un’ottima squadra di serie C. Stiamo cambiando molte cose rispetto al passato e non possiamo parlare solo quando le cose vanno bene, così è facile. Questa è una squadra -spiega l’allenatore giallorosso- che va aiutata soprattutto nei momenti di difficoltà.  Non abbiamo mai detto che avremmo ammazzato il campionato o che lo avremmo vinto. In rosa ci sono dei calciatori che sentono molto il pubblico, alcuni dei miei ragazzi a fine primo tempo avevano subito la pressione e me lo hanno fatto notare. La rete annullata al Benevento? Noi in panchina ci siamo incavolati, perché l’arbitro ha alzato la mano. Dopo aver convalidato la rete, si è reso conto di aver sbagliato. Può succedere anche a loro, sbagliamo tutti…”

12346798_10153690760538467_1380898203_n1-300x208GIOIA CURIALE  – Una doppietta personale per il terzo gol stagionale di Davis Curiale e una corsa sfrenata sotto la “sua” Curva Nord: “Volevo segnare sotto la Nord, ecco perché dopo il secondo gol ho corso verso la parte opposta del campo (sorride, ndr). Così sono riuscito -spiega  l’attaccante– ad abbracciarla lo stesso (si riferisce alla Curva, ndr). Questo pomeriggio mi sono tolto un peso enorme, ci tenevo tanto a fare gol in casa e farlo oggi, in questo modo, in una partita così importante è stato bellissimo. Voglio ricordare però -spiega l’attaccante ex Trapani– che per aiutare questa squadra sono rientrato in campo prima del previsto dopo l’infortunio al ginocchio e in una condizione fisica non ottimale. Ho sempre dato tutto per aiutare i miei compagni, adesso sto bene e voglio dimostrare il mio valore. Il calciomercato? Io voglio restare, non mi piace lasciare dei brutti ricordi nelle squadre in cui gioco, non vado via da sconfitto”.

salviIL PEPERINO SALVI – Una partita tosta quella sfoderata dal centrocampista romano Stefano Salvi, proprio come nelle è abituato a fare: “Senza la vittoria di oggi, e scusate il termine, sarebbe stato una Natale di mer..! Gara sofferta? Se non soffrissimo contro una squadra che ha i nostri stessi punti, saremmo dei fenomeni. Abbiamo disputato una grandissima partita, in cui abbiamo dimostrato –spiega il giocatore, classe ’87- il nostro carattere. Quella di oggi per me è una vittoria meritata. Abbiamo basato tutta la nostra partita sull’uno contro uno, ma non siamo mai andati in affanno. Nel secondo tempo siamo riusciti a far girare l’incontro dalla nostra parte. Rimpianti? Non possiamo permetterci di commettere errori come quello del primo tempo. Ci è andata bene e adesso però per come siamo carichi vorremmo già giocare domani, ora godiamoci le vacanze e pensiamo a continuare così…”.

Mister Gaetano Auteri e i suoi giocatori non si sono presentati in sala stampa a fine gara. Il dirigente giallorosso, Salvatore Di Somma, ex Lecce, spiega il perchè: “C’è troppa delusione e nervosismo: per questo ho deciso di parlare io. Il gol annullato? Arbitro scarso. Non ha saputo dare una spiegazione del perché…”.

Articoli correlati

Werder Brema – Lecce in differita su TeleRama oggi e domani

Redazione

Blin lascia il ritiro e va a Palermo per le visite mediche

Massimiliano Cassone

New Basket Brindisi, altri due colpi per completare il roster

Massimiliano Cassone

Prisma Taranto, campagna abbonamenti con lo slogan suggestivo

Massimiliano Cassone

Lecce sulla strada giusta, 3 gol al Werder Brema

Massimiliano Cassone

Lecce, Blin verso Palermo

Redazione