Sport

LE PAGELLE, Lecce-Benevento 2-1: promossi e bocciati tra i giallorossi

LECCE (di Carmen Tommasi) – Sarà un bel Natale per i tifosi giallorossi. Nell’ultima gara del 2015 il Lecce, davanti a ben 9.650 spettatori presenti al “Via del Mare”, vince in rimonta, 2-1, con il Benevento e mette in cassaforte tre punti importantissimi per la classifica.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato, con i salentini che fanno la partita e gli ospiti che ripartono con maestria. Sono i campani a passare meritatamente in vantaggio al 32′ con Ciceretti che buca la difesa giallorossa e mette fuori causa Perucchini per l’1-0. Dopo lo svantaggio la squadra di Braglia fa fatica ad imbastire delle trame di gioco degne di nota ed esce dal campo tra i fischi del pubblico alla fine del primo tempo. Nella ripresa parte subito bene il Lecce e il neo entrato Curiale al 2′ porta sull’1-1 i suoi con una rete d’autore. Gli uomini di Gaetano Auteri fanno fatica a reagire e la gara resta piuttosto equilibrata. Ma è sempre  Davis Curiale a segnare il 2-1 al 28′ st e a fare esplodere di gioia il Via del Mare. Finisce con la vittoria dei giallorossi, dopo 5′ di recupero, in un finale incandescente per una rete su punizione annullata prima del recupero al Benevento.

Le pagelle:

Filippo Perucchini: PANETTONE GUADAGNATO. Partita movimentata per il portiere giallorosso sin dai primi minuti, anche se gli spunti degli avversari si fanno attendere. Incolpevole sull’1-0 di Ciceretti, ma a pochi minuti dalla fine salva il risultato su Mattera. VOTO 7.5.

Gianluca Freddi: SBADATO. Quando deve correre lo fa per due per mettere apprensione agli avversari. Bene sulle palle alte, ma perde colpevolmente una palla, dopo una scivolata, che dà il via alla rete del vantaggio dei campani. Poi, però, cerca di riscattarsi. VOTO 5.5.

Francesco Cosenza: IRRUENTO. Quasi sempre in anticipo sugli avversari, seppure non sempre elegante nei movimenti. Qualche pecca in occasione dell’1-0, ma non è il solo. VOTO 6.5.

Giuseppe Abruzzese: IMPORTANTE. Difende con le unghie e con i denti il pallone per non farlo arrivare dalle parti di Perucchini. Solita gara da leader, nonostante qualche piccola disattenzione. VOTO 6.5.

Franco Lepore: GIOCHERELLONE. Gioca in maniera ordinata e ci mette impegno per due, ma i compagni non sempre lo seguono e sembra, a volte, cantare fuori dal coro. Massima dedizione, come sempre. VOTO 6.5.

Stefano Salvi: DI CUORE. Corsa e polmoni fino a quando ne ha. Sta pian piano recuperando il ritmo partita, ma sacrificarsi per il suo Lecce per uno come lui non è un sacrificio. Cerca il gol al 20′ st con una bomba dalla distanza. VOTO 6.5.

Romeo Papini: TIMIDINO. In mediana si corre, si lotta, si fa a sportellate e “Re Papo” non si tira mai indietro, anche se fatica a dismisura ad impostare e a far ripartire l’azione a dovere. VOTO 6.5.

Matteo Legittimo: SU E GIÙ. Bada più a sostenere i compagni dietro che a spingersi in avanti per far ripartire il gioco. Apporto al match decisamente meno importante del solito. VOTO 6.

Davide Moscardelli: SENZA GAS. Pochi secondi dopo il fischio iniziale non impatta bene la sfera e spreca un’occasione importante per il vantaggio. Si impegna e si muove tanto, questo è fuori da ogni dubbio, ma appare visibilmente stanco. La sosta gli sarà utile. Esce al 28′ st. VOTO 5.

Balint Vecsei: SPAESATO. Parte a sorpresa titolare e ci mette un bel po’ a trovare le giuste alchimie, anche se non va mai in profondità e fa fatica a saltare l’uomo. Esce al 1′ st. VOTO 4.5.

Juan Surraco: ALTRUISTA. Crossa, fa tanto lavoro sporco per i compagni di squadra e allo stesso tempo sbaglia qualche passaggio di troppo. Poco spigoloso sotto porta e non sembra trovarsi a suo agio nel tridente d’attacco. VOTO 5.5.

Davis Curiale (dal 1′ st): ESPLOSIVO. Non fa nemmeno in tempo ad entrare e al 2′ segna subito il gran gol dell’1-1. E poi, sigla anche la marcatura del 2-1, frutto di un favoloso gesto tecnico, che fa gioire l’intero “Via del Mare”.  Tre gol stagionali per l’ex Trapani, che finalmente sembra essere tornato quello dei tempi migliori. VOTO 7.5.

Giuseppe De Feudis (dal 28′ st): VOGLIOSO. Aiuta con impegno i suoi per la vittoria finale. VOTO 6.

Abdou Doumbia (dal 36′ st) s.v.

Allenatore Piero Braglia: VITTORIA FONDAMENTALE. Schiera inizialmente il suo Lecce col 3-4-3 e nel primo tempo, dopo un buon inizio, fanno meglio gli avversari. Nella ripresa butta nella mischia il bomber Curiale e lui gli regala tre preziosissimi punti. VOTO 6.

Articoli correlati

Werder Brema – Lecce in differita su TeleRama oggi e domani

Redazione

Blin lascia il ritiro e va a Palermo per le visite mediche

Massimiliano Cassone

New Basket Brindisi, altri due colpi per completare il roster

Massimiliano Cassone

Prisma Taranto, campagna abbonamenti con lo slogan suggestivo

Massimiliano Cassone

Lecce sulla strada giusta, 3 gol al Werder Brema

Massimiliano Cassone

Lecce, Blin verso Palermo

Redazione