È tutto salentino il nuovo lavoro di Agnese Correra

PORTO CESAREO (di M.Cassone) – È tutto “salentino” il nuovo lavoro della cesarina Agnese Correra, che torna a raccontare la sua terra e le emozioni di una perla incastonata nella natura (Porto Cesareo) attraverso gli occhi di Santo Rizzello, passeggiando con lui sulla battigia dei ricordi di 100 anni vissuti in riva al mare.

Dopo il corto d’esordio, Zucchero e Farina, che ha fatto apprezzare la sua profonda sensibilità e l’accuratezza quasi maniacale dei dettagli, la regista salentina ha diretto il film documentario sulla pittrice enoica Arianna Greco, che ora è in fase di montaggio (entrambi i lavori sono stati realizzati nella penisola ionica), e ora torna a raccontare la sua Porto Cesareo, avvalendosi della collaborazione di un cesarino doc, un professionista del settore, Giovanni Parente, che curerà riprese e montaggio.

197bce140b020839773b2265d4f66f26
Agnese Correra, Giovanni Parente e Santo Rizzello sul set

È tornata nel Salento proprio per quest’impegno, da qualche tempo, infatti, si trovava in Francia; a Parigi ha realizzato le riprese di un reportage sull’Associazione di danza francese “Les Baladines” di cui è direttrice artistica un’altra salentina doc Sofia Capestro.

Porto Cesareo si trasforma in set e i ricordi del centenario e arzillo “nonnino” diventano emozioni, colori, suoni, parole e immagini che racconteranno le storie di una piccola comunità che in Estate diventa uno dei centri turistici più apprezzati dell’intero Sud.

“Dopo dieci anni di studio e lavoro a Roma, tornare nella propria terra per mettere a frutto la propria arte è incoraggiante ed emozionante. Il Salento da qualche anno ha un forte fermento artistico, gli artisti hanno più voce ora e il nostro lavoro viene riconosciuto come tale, non più come un passatempo. – afferma Agnese Correra – Sono molto contenta di essere stata chiamata dal Comune a dirigere questo cortometraggio, è davvero un onore usare la mia arte al servizio di Santo e del Paese”.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*