Nuovi contatori elettronici, l’amministratore Lezzi chiarisce la situazione delle palazzine interessate

LECCE- Palazzine e contatori elettronici. Il Dott.Damiano Lezzi, amministratore della società C.M.R. Servizi Srl, con sede a Lecce, interviene per alcuni approfondimenti e dei chiarimenti.
Di seguito riportiamo le dichiarazioni del dott. Lezzi:

“Premettendo che al momento siamo l’unica società produttrice e fornitrice per le province di Lecce e Brindisi dei nuovi contatori acqua elettronici, unici perchè oltre alla telelettura da remoto possono comandare il flusso acqua (chiusura e apertura), siamo a precisare quanto segue:

Nelle edizioni del vostro notiziario andate in onda nella giornata di ieri (24/11), si riferiva testualmente:
…”E’ stata tagliata l’acqua, nonostante siano stati installati i contatori elettronici, in una palazzina di proprietà Arca Sud Salento (ex IACP)… La sostituzione degli apparecchi di sottrazione dei consumi idrici di tipo meccanico con quelli di nuova generazione non sortisce, così, gli effetti sperati….Le Famiglie assegnatarie di alloggi popolari, anche quelle in regola con i pagamenti …”
…”Sembra, dunque inefficace la sostituzione dei vecchi contatori con quelli elettronici, al fine di garantire, almeno agli inquilini non morosi, i servizi essenziali, come l’acqua”…

A tale proposito si precisa che l’avv. Carlo Mignone (ANACI) è persona estranea al presente condominio, in quanto l’amministratore dello stesso è il geom. Enrico Leva, pertanto non conoscendo lo stato dei luoghi, non sa che i suddetti contatori elettronici, sono ancora in fase di installazione sul suddetto condominio, poichè mancano ancora circa 12 alloggi per problematiche che stiamo incontrando (persone assenti, locali murati, ecc.) e che il geom. Leva è in via di definizione, per questo motivo gli stessi contatori già installati sono attivi solo per la parte della telelettura, ma il sistema riguardo il controllo del flusso acqua sarà operativo non appena completata l’installazione dei suddetti contatori elettronici

Nella edizione di odierna delle ore 14:30: si riferiva invece che altre palazzine di Gallipoli, nonostante al presenza dei contatori di sottrazione di acqua (Cond. Sant’Anna e cond. santa Rita), l’acqua è stata chiusa.

Qui precisiamo che non abbiamo installato nessun contatore elettronico e i contatori presenti sono quelli tradizionali meccanici, pertanto impossibilitati ad essere letti ne tanto meno essere chiusi a distanza in remoto.

Certi che il vostro e il nostro interesse è tutelare in questi periodi di crisi e sofferenza da parte delle famiglie gli sforzi che le stesse compiono per onorare i propri impegni nonostante le ristrettezze economiche, quali anche il pagamento della bolletta acqua e perciò il loro diritto ad usufruire di ciò che legittimamente hanno pagato, di contro chi invece, tolti gli effettivi casi di disagio economico, cercano di fare i “furbi” a discapito dei condomini regolari, non capiamo il motivo di tale dichiarazioni da parte di persone che non hanno avuto neanche la cortesia e il buon gusto di appurare quali sono effettivamente lo stato dei luoghi e l’ambito in cui questi avvenimenti si sono verificati, senza pensare che la sua azione può colpire persone e aziende che stanno lavorando per cercare di garantire un diritto ad un servizio essenziale quale l’acqua.

Possiamo tranquillamente affermare -conclude- che i condomini dove abbiamo ultimato l’installazione e abbiamo potuto attivare il sistema in rete dei nuovi contatori elettronici, questi non stanno subendo chiusure acqua da parte di AQP, tanto è vero che gli ultimi che sono stati montati in Viale Europa a Gallipoli, di intesa con il Commissario Prefettizio Dott.Aprea, il vice commissario Dott. Calignano, la Direttrice di ARCA SUD Salento (Ex IACP) Dott.ssa Zappatore ed AQP, a consentio di riaprire l’acqua che era stata chiusa per tutti e chiudere successivamente il flusso solo a chi era moroso “colpevole””

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*