No Tap: “Stanno preparando il cantiere senza avere le autorizzazioni”

randstad 1

MELENDUGNO- In un uliveto nelle campagne di Melendugno,  gli alberi sono “segnati” da cartellini, che indicano quali siano da estirpare. Ma stavolta la Xylella non c’entra niente.
Così come questa, che sembra essere una stazione meteotologica montata da poco, secondo il comitato No Tap si tratta dell’inizio dei lavori preparatori del cantiere per il gasdotto. Ci troviamo, infatti, proprio in corrispondenza di quello che dovrebbe essere lo sbocco del microtunnel, al di là della pineta. Ma, se davvero si tratta dell’inizio dei lavori di preparazione al cantiere, si starebbe procedendo senza i due nulla osta di Regione e Comune.

Foto Fb del Comitato No Tap

“Non stanno ottemperando alle prescrizioni alla VIA (valutazione di impatto ambientale) -spiegano dal comitato- La prescrizione A29 riguarda il ripristino ambientale e fa capo alla Regione Puglia; la A44 fa capo al Comune di Melendugno e riguarda, nello specifico, espianto e reimpianto degli ulivi che sorgono lungo il tracciato del gasdotto. Le autorizzazioni dai due enti devono essere date ante operam e, al momento, non c’è alcun ok a procedere. Ma Tap gabba politica e istituzioni,comincia i lavori preparatori del cantiere senza ottemperare alle prescrizioni. Mentre a Bari discutono di approdi, qui vanno avanti”.

A ottobre arrivò la diffida per Tap da parte della Regione Puglia, che intimava alla società di non iniziare i lavori senza aver prima depositato il progetto esecutivo, necessario perché vengano svolte le verifiche sull’ottemperanza delle prescrizioni imposte con l’autorizzazione unica. Ma le targhette legate ai tronchi degli ulivi parlano chiaro: indicano quali alberi siano da espiantare ed il riferimento sul luogo in cui saranno reimpiantati.

 

La replica di Tap:

“Nei terreni acquisiti da TAP lungo il percorso futuro del gasdotto saranno avviate nei prossimi giorni quelle “buone pratiche agricole” necessarie a contrastare la diffusione della Xylella fastidiosa, e in particolare la potatura degli ulivi. In attesa dell’approvazione da parte dei competenti uffici del Piano di Gestione degli Ulivi previsto dal Decreto VIA, TAP è comunque tenuta a ottemperare alle previsioni del Decreto del Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali 19 giugno 2015 “Misure di emergenza per la preven-zione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Well e Raju) nel territorio della Repubblica italiana” e in particolare a quanto disposto all’articolo 10 “Ulteriori misure di contenimento” il quale richiede al comma 2 che “gli impianti di olivo devono essere condotti nel rispetto delle buone pra-tiche agricole e sono sottoposti a periodici interventi di potatura”.

Le attivita’ sì svolgeranno nell’area del futuro cantiere del microtunnel dove alberi di ulivo presenti nei terreni acquisiti da TAP sono stati sottosposti nelle scorse settimana a valutazioni fitosanitarie per determinate la presenza di eventuali infezioni di Xylella fastidiosa. Fortunatamente, tutti gli ulivi appaiono sani e dunque le attività di prevenzione che verranno svolte a partire dai prossimi giorni saranno ancora più importanti per assicurare che gli alberi non siano assaliti dal batterio. Le operazioni sul campo avranno una durata di circa 15 giorni, salvo contrarie condizioni meteoro-logiche, e verranno svolte da un’azienda specializzata del territorio, la ditta Mello di Carmiano”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*