Via le salme dal cimitero monumentale, dopo la polemica il Sindaco: “E’ per la sicurezza”

randstad 1

TRICASE-  La questione riguarda da una parte la memoria, dall’altra la sicurezza, e nei giorni in prossimità della ricorrenza dei defunti, diventa alquanto delicata. A partire dal 9 novembre, ha comunicato il sindaco di Tricase Antonio Coppola con dei manifesti affissi in città, si procederà all’ estumulazione di tutte le salme del vecchio cimitero monumentale I corpi dei defunti, o quello che ne rimane, saranno cioè tolti dai loculi e riposti in degli ossari nel nuovo cimitero.

Un’operazione che cancellerà d’un colpo la storia della città, commenta sdegnato il professor Hervè Cavallera, ordinario di storia della pedagogia presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università del Salento, umanista, Presidente della locale Sezione di della Società di Storia Patria per la Puglia e, soprattutto, cittadino di Tricase. La sua posizione è netta: delle tombe senza i resti mortali, sono dei gusci vuoti privi di memoria, spogliati del loro significato.

Eppure il cimitero monumentale di Tricase, proprio attraverso le sue tombe, racconta la storia del paese. cappelle antichissime, simbolo della città, come quelle degli ultimi principi, i Gallone, o di famiglie importanti come quelle dell’avvocato Antonio Dell’Abate. Il Sindaco di Tricase Antonio Coppola risponde e parla di un’operazione necessaria per la sicurezza del visitatori.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*