Scolari e volontari ripopolano i campi: è “Chi semina utopia raccoglie realtà”

SPONGANO- L’amore per la terra sancito attraverso un rito collettivo, quello della semina dei cereali antichi sui campi strappati all’abbandono. È la terza edizione di “Chi semina utopia raccoglie realtà”, avviata in mattinata a Spongano e che proseguirà questa domenica a Castiglione d’Otranto e Melpignano.
Quest’anno, infatti, la rassegna raddoppia, con una due giorni intensa e articolata su tre territori salentini che hanno iniziato a ragionare insieme sui temi legati all’agricoltura sana e all’impegno dal basso. Si confronteranno con l’esperienza che arriva da Montebello, in provincia di Urbino, quella dei padri del biologico italiano. Ospiti di questa nuova edizione, infatti, sono la famiglia Girolomoni e l’amministrazione comunale di Isola del Piano.

In mattinata, è toccato a loro, agli scolari delle terze classi della scuola primaria di Spongano, dare il via a questa nuova stagione agricola: sotto la guida dell’associazione Presentèfuturo, in località Le More, hanno seminato a spaglio e a mano diverse varietà di grano, tra cui il Senatore Cappelli, il Gentil Rosso, il Saragolla e Maiorca. È questa un’esperienza sorella di quella di Casa delle Agriculture Tullia e Gino, che da quattro anni lavora per convertire in agricoltura organica i terreni incolti ceduti tramite la formula del comodato d’uso gratuito.

Domenica mattina, dalle ore 9.30, la semina collettiva proseguirà dunque a Castiglione d’Otranto, sul fondo Curteddrha, su via Vecchia Lecce, dove verrà testato, per la prima volta in Puglia, anche il “miscuglio” di cereali, secondo l’insegnamento del genetista di fama mondiale Salvatore Ceccarelli, ospite dell’ultima edizione della Notte Verde del 29 agosto.

Oltre al ritrovo sui campi, anche altro: in serata, oggi, “la cena marchigiana”, gemellaggio gastronomico con la realtà biologica di Montebello (l’appuntamento è alle ore 20.30, presso la trattoria Vardaceli, in piazza della Libertà, a Castiglione. Sarà necessario prenotare. Info: 320/2956454,328/1714373).

Domenica pomeriggio, alle 18.30, presso l’ex Convento degli Agostiniani di Melpignano, spazio alla riflessione, con la presentazione di “Riscatto Mediterraneo”, libro-progetto scritto da Gianluca Solera e che anticipa i tempi di una cittadinanza mediterranea. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*