Dimesso dall’ospedale, 25enne muore in casa: tragedia a Novoli

doc cantina salice

NOVOLI-Un dolore alla gamba, insopportabile, tanto da convincere Emanuele Levante, 25 anni di Novoli a raggiungere nella notte il pronto soccorso del Fazzi.  Una visita, una serie di accertamenti da parte del medico di turno, e poi il ritorno a casa. Emanuele però durante la notte è morto nel suo letto. Probabilmente a stroncarlo è stato un infarto. Ma questo lo accerterà l’autopsia disposta dal magistrato di turno dopo la denuncia, disperata, dei genitori. Sono stati loro a trovarlo senza vita, alle otto del mattino. Emanuele probabilmente, non ha avuto nemmeno il tempo di chiedere aiuto.

Una famiglia ed una comunità sotto choc quella di Novoli. Come si può morire a 25 anni, si chiedono tutti, e come è possibile che nonostante l’intervento dei medici, nessuno si sia accorto di quello che stava accadendo? Forse emanuele aveva un infarto in corso, ma nessuno ha potuto evitare che il suo cuore si fermasse. Il 118, chiamato in mattinata, non ha potuto che constatarne la morte.

Il corpo si trova adesso nella camera mortuaria del Fazzi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’autopsia è stata già disposta. Emanuele era il terzo di 4 figli. Negli ultimi mesi lavorava presso un’azienda agricola di Lizzanello.

EMANUELE
Emanuele

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*