Sanità in rosso, Emiliano “Ospedali salvi solo riducendo la spesa farmaceutica”

randstad 1

BARI-80 milioni di euro nel primo semestre, 160 sino a fine anno. Un buco quello della sanità, talmente “consistente”, come lo ha definito lo stesso governatore Michele Emiliano, da portare a prevedere un drastica cura dimagrante per gli ospedali.
“Chiuderne 26 come era stato ventilato? Non è deciso”, ha chiarito in Consiglio regionale il Presidente anticipando la decisione di discuterne in quell’aula, ma certamente qualcosa va fatta per evitare lo splafonamento della spesa soprattutto farmaceutica..

Se la spesa farmaceutica – soprattutto per quelli ad alto costo per il contrasto dell’epatite C – fosse ridotta, si potrebbe parlare di riordino ospedaliero in termini del tutto differenti ha chiarito

Di  mezzo c’è anche la sentenza della Corte Costituzionale e la decisione del governo centrale che aveva, erroneamente, autorizzato le Regioni a rimborsare 650 milioni di euro in 30 anni. Se questo non sarà più possibile i rischio default è dietro l’angolo. “Se ne parlerà con Sindaci, sindacati, organismi delle professioni sanitarie, informeremo l’opinione pubblica costantemente ha garantito Emiliano, ma certamente bisogna decidere insieme che fare se mandare in tilt il bilancio della Regione Puglia e farsi commissariare oppure ridurre la spesa e salvare gli ospedali. Io – ha concluso – di sicuro non mi farò commissariare”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*