“Ottima EliAudizione” ed ORA…!?

minerva

BARI- Il Frecciarossa doveva solo esser l’inizio di un risveglio dopo un lungo letargo parlamentare ma, conclusasi l’audizione di Elia e Soprano, non solo torneranno a dormire ma dovranno correre loro a 200 km orari per non esser presi a pomodori. Eh sì … puntavano sull’incontro in commissione bilancio e trasporti ma i due amministratori, di Trenitalia e Ferrovie dello Stato, altro non hanno fatto che il loro lavoro, anche se discutibile, mentre i potenziali “pomodorabili” (ci permettiamo di coniare questo sostantivo riassuntivo di quanto toccherebbe ai parlamentari) ne escono battuti.

Ora parola al governo che se non si accollerà la soluzione rischierà di aprire una questione politica all’interno dello stesso PD come a noi dichiara il Presidente della Commissione Bilancio, Francesco Boccia.

All’indomani del nulla di fatto prodotto nella giornata del 29 settembre per andare a Milano in Frecciarossa si dovrà raggiungere il capoluogo Bari ed attendere, almeno due anni , per viaggiare a medie europee sempre che queste, in più di 700 giorni, non cambino sistemi per noi esser ancora Nord Africa anziché Europa del Sud

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*