Guerra ai ciclisti indisciplinati, sanzionati in nove

LECCE-  Dalla professionista che di gran carriera si recava a lavoro reggendo con una mano il manubrio della bicicletta e con l’altra il telefonino vicino all’orecchio, allo studente che, sprezzante del pericolo, attraversava l’incrocio con il semaforo rosso, dalla ragazza che pedalava contro il senso di marcia consentito vicino Piazza Mazzini, al giovanotto che, ignaro, transitava sulle strisce pedonali senza scendere dalla sella.
Distratti e frettolosi alla guida, sorpresi e molto arrabbiati al momento della contestazione, tanto da “minacciare” di rivolgersi agli organi di stampa, così sono apparsi agli agenti verbalizzanti i nove ciclisti leccesi sanzionati ai sensi del codice della strada negli ultimi giorni dalle pattuglie della Polizia municipale anche i ciclisti devono avere sempre libero l’uso delle braccia e delle mani alla guida del veicolo e non possono usare il cellulare.

La multa è di 163,00. 161 per il passaggio con il rosso, da 41 le altre. “I ciclisti sono avvisati, dice il comandante Donato Zacheo. Continueremo a vigilare anche in tema di equipaggiamento dei velocipedi, dai catarifrangenti all’avvisatore acustico, ai dispositivi di illuminazione”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*