Ormeggi abusivi: sigilli al porto e 4 indagati

OTRANTO- Sigilli nel porto di Otranto: i militari della Guardia Costiera hanno sequestrato 15mila metri quadrati di area demaniale abusivamente occupata ed iscritto nel registro degli indagati quattro persone che di fatto “traghettavano” i proprietari delle imbarcazioni, dalla banchina fino alle stesse.

Stando a quanto emerso dalle indagini, coordinate dal Procura della Repubblica di Lecce e dirette dalla Dott.ssa Angela Rotondano, i responsabili avevano realizzato senza alcun titolo autorizzativo, dei veri e propri posti di ormeggi fissi mediante una fitta rete di corpi morti creati con ancore e pesi di vario genere, grazie ai quali venivano ormeggiate le imbarcazioni. 

Ai quattro sono contestati i reati di occupazione abusiva di area demaniale marittima e di esercizio abusivo della professione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*