Uliando Uliando, il ritorno alle radici in un gioco di sguardi

minerva

ACAYA- Uliando Uliando tra il presente e un ritorno alle nostre radici. Un libro che diventa mostra per far toccare con mano cosa si nasconde dietro i nostri ulivi secolari. La raccolta degli scatti fotografici pubblicati nel libro di Carlo Toma dall’omonimo titolo “Uliando Uliando”, ospitata nel castello di Acaya, prende magicamente vita riuscendo a coinvolgere chi osserva. L’esposizione è un vero e proprio viaggio per immagini tra gli ulivi del Salento alla scoperta dell’olio, vale a dire dell’anima.

Si tratta essenzialmente di un gioco di intuizioni percettive fondate sullo sguardo, in cui si dovrebbe riuscire ad andare oltre ciò che appare su un tronco. Come? Basta solo saper accendere quella fantasia che magari regnava in noi quando eravamo bambini, quando ci divertivamo a dare un senso alle nuvole di passaggio.

Ecco, anche con i nostri monumenti secolari è possibile farlo e Carlo Toma lo dimostra con diverse foto, realizzate semplicemente con uno smartphone. A ogni scatto, si affianca un cartello “Tu cosa vedi?”…Poi sotto magicamente una scoperta, una lettura diversa realizzata da cinque fumettisti, che hanno trasposto su tavole a colori le figurazioni ”rimaste in tronco”, per animarle e ricrearle artisticamente, tra volti umani, animali fantastici, mascheroni e tipi bizzarri.

MOSTRA1 copia

Gli Ulivi così prendono vita, riportandoci alle radici, alla vera essenza di questa terra…

Elisabetta Paladini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*